domenica 31 luglio 2011

Stella Robi: interview to an mysterious Roman writer


Mystery is what sorrounds this great Roman writer. I met Stella on Facebook, through our common passio for fantasy. A very humble person who deserves everything she wishes because it's difficult to meet people like her and I'm proun of know her. If you read her novels, short but intense and with a lot of purport, you'll meet characters and intricate stories of her detective novels and, like me, you'll love her first novel. I'm very honoured, today, to introduce you a new Star!!!

Stella Robi

She was born and grew up in Rome. Some years ago, she moved in a little city on the coast and now, she works in a private sector. She loves reading and dreaming. She speak about her: "Since I was a child, I invented stories, I've always had a huge fantasy and when a story or a thought impressed me, they remained in my mind for a long time. At that moment, I knew that was the moment to take paper and pen... or better, put my Pc on and give life to that thought by a novel.The characters born, the plot takes shape and I know to have set out on a right way".
She started her first novel at the age of 14, writing it on notebooks.It deals with some young boys, a summer, a bar and a life ahead....
She took back it some years after and, year by year, that first novel became "Volo a planare", maybe something different as regard how she imagined at 14 years old, but with a strong feeling of friendship and love that she had at that time.
"Like the Moon- la faccia nascosta della luna" is her second book, a detective novel published in instalments on the blog "Verso il Nadir...". On this book, set in an American metropolis, crime, thriller and spy stories are mixed up. "Like the Moon"'s publication finishedon the first days of February and, in an experimental way, Stella realized an ebook with a free download. In the space of two months, the ebook surpassed 2000 downloadings. On April 2011, Stella was contacted by a new ebook publishing house, Siska Editore. A bold and innovative project which captures har. As a consequence, she removed her ebook from downloading, leaving only the first five chapters. Now, it's in course of editing.

"Like the Moon". Plot.

"A mysterious envelope, adark alley on the suburbs, a girl who knows to be trapped. Then, something goes wrong, for guilties and innocents. A game opened towards unforeseen ways".

"Duplice Ipotesi". It's, on the contrary, a classic detective novel. It was a dare for Stella because, as herself says:" like a classic detective novel, I had to allow readers to reach the solution of the mystery giving them the same opportunities as the detective, that is, providing them all the clues but, at the same time, maintaining the enigma intact. Now, the novel is in course of correction, it's nearly ready for the publication.


"Duplice ipotesi". Plot.
"An unexpected murder upsets the quiet of a lakeside country-house. Sara is the only one he could rely on. A motive for all the others and in front of him a double hypothesis".

Stella wrote some short stories and fairy tales. At the moment, she already published six of them on blog and she collected them on an ebook "Racconti- Vol.1which you can download it for free on Epub and PDF versions. She atarted to write two new books: one is a thriller and the other is a fantasy.

Interview

Who is Stella Robi?
Easy question... difficult answer! We could go on with another question, please? No, seriously, I was born and grew up in Rome and only some years ago I moved in a little city on the coast with a wonderful window where you can admire sky an sea together. I live with my husband and my two gorgeous daughters. I work and, in my spare time, I read and write. I chose to introduce myself with a pseudonym because I don't think it's important the author's story but what the author writes.
However, I never read writers, actors or singers' biographies. I'm not interested in what they do on their private lives. I'm charmed by their stories, their interpretations and their music.

Your book is a detective story, why did you choose this genre?
I believe that a mystery soul has always been inside of me. I always loved detective stories and thrillers... sometimes the horror stories, too. I thimk a story, with a suspence component, has a particular fascination, capable to give an emotional charge which helps you to fly at the end of the book. At least, it's what it happens to me!

Are you inspired by someone or a particular story?
No, I'm not. Even if the large number of thriller, action and detective movies and books certainly flare my fantasy up. But as for the rest, no, I hadn't any particular inspiration. To tell the truth, I take inspiration from everything sorrounds me, as it happens for "Like the Moon" in which the inspiration was the fortuity and how it's simple to change the course of events.

How much do your characters embody yourself?
Few or almost everything. Few because I'm anyone of them , nobody truly personifies me; but at the same time, in what I write, there is so much about me! My point of view, my way of thinking: there is a little piece of me in everyone, a part of me in what I write.

Did you propose your book to any editor? If the answer is yes, what did they say?
 I'm like a person who would win to Superenalotto and then play it only twice a year. Honestly? I propose them before I closed them in a drawer but I confined myself to publish them on my blog. On December, with a Xmas atmosphere inside me, I thought I was wrong and I sent the first 50 pages of my novel to a famous editor, but 'till now, no answer. Then, without notice, as it happens for the best things, one day Siska Editore contacts and meets me on my blog and, like a train stop ... I go on board.

How much did social networks impress on the spreading of your books?
I don't know exactly. Maybe not very much. What really impress was internet, or better, what permits to do this mean of communication. It gave me the chance to strike to the world and catch me prepared on the train stop.

Will your passion remain a hobby or  become a job?
It'll remain a hobby and a passion forever. It's just a moment dedicated to me! I already have a job, or better, two jobs, given that I'm also a mother... the third can absolutely leave a hobby.

What is your dreams?
I've many dreams, one is too few for a whole life. But I cannot divert all your personal questions, isn't it? Well, I can say that everyone of my dreams always contains the word "happiness".

How many time do you need for the drawing up of your books?
Less time I would. I often make it on odd moments or depriving me of sleep. And, unfortunately, i'm not very fast when I write, but, above all, I correct, correct and correct always!!!

Have you any ritual for each manuscript or are you spurred by the feelings of the moment?
No, I have any ritual. I'm definitely spurred by feelings, without feelings I'm able to write nothing.

Are your books made by research or fantasy?
For what concern the books I write untill now, there is much fantasy and less research. But I believe it depends very much on the matter or the contest you're dealing with. I've to say, I wouldn't dislike to experiment something which requires a little of study.

What gerne of books do you read? Have you a favourite author?
Connecting again with the question "why did you choose detective stories?", I retain to have read every Agatha Christie, Sir Artur Conan Doyle and Ellery Queen's books but I also love writers like John Grisham, Dan Brown and Patricia Cornwell. On a period of my life, I loved Stephen King, but even if I go on reading his novels, the passion is over... such things will happen even with big loves, isn't it? In short, I haven't an author I particularly like or a genre I absolutely prefer. I like to read, I like to change, I like to try! Actually, I like to read just for relax myself, so, I don't like that heavy and boring essays and sad stories! Perhaps, you could consider them easy books but, in my opinion, a book should contain a story whichshould capture and fascinate me, in one word, I want to dream with it... even though it's a nightmare.

"Volo a planare", the novel you started at 14, as yourself define it, it's a never-ending task. Do you think to finish it, sooner or later?
I hope so... it's in course of revision, do you know? Seriously, I plucked up my courage and now, the novel is nearly finished. I'm too glad and excited because, like many things which are on the point of finish, they could also mark the beginning of something else. And in my case, it could mean a birth of a new book. Among every books I wrote, this is the one I love much more and maybe this is the reason why it's the most preserved. It's a way to keep it always with me.

I simply loved your novel "Il matrimonio". Men, above all, must read it because of their hostility to weddings. Is it an affront or a funny satire?
I retain that, more often that not, things are not as they seem to be and that, clichès are the worst traps on which also a honest person can fall into... then, there are also who have fun, but it's another matter. It's the same case of "Il matrimonio", where one word is enough to make people sure about everything. Often, when I listen this kind of people talk with so much certainty, I observe it and think: But what do you know about it? you know nothing about others' life, about what they think and what they want. For me, it was simple to write "Il matrimonio" because, even if there is nothing about me in the characters, on the contrary, there is all my thoughts and behaviour.

What do you suggest to whom wants to enter upon your same carrier?
Well, it depends on what your project is. I am a coherent person, I don't make compromises. The rest is a consequence of your choises. For me, it's not a priority being a writer or publish my books, it's why I chose the blog, the download for free, etc. What really like me, it's that people read my novels and, during the time of reading, it becomes a piece of life. Now, Siska Editore arrives and I'm very proud because it goes together with my behaviour and my project.

Stella started to write two new books. One is a detective story and the other is a fantasy. I read all the novel "Like the moon" that you can read it when Siska Editore will publish it and, believe in me, you will like it. For the moment, I can only say: "Good luck Stella, I hope you could bright on the great names of literature as you deserve.           
Sonia.

Translation by Denise Cinquerrui

Going on, you can read the first chapter of "Like the Moon". 



 

Contact:
Facebook: Stella Robi
Twitter:  Stella Robi
E-mail: stellarobi@tiscali.it

mercoledì 20 luglio 2011

Stella Robi: intervista ad una misteriosa scrittrice romana


 Il mistero è quello che circonda questa brava scrittrice romana. Stella l'ho conosciuta su facebook, tramite la nostra comune passione per il fantasy. Una persona molto umile che merita tutto ciò che desidera, perchè è difficile trovare persone come lei e io sono felice di averla incontrata. Leggerete i suoi racconti, brevi ma intensi e con tanto significato. Conoscerete i personaggi e le storie intricate dei suoi gialli e come me, amerete il suo primo romanzo. Sono lieta oggi di farvi conoscere una nuova Stella!


Stella Robi

Nata e cresciuta a Roma, da qualche anno si è trasferita in una cittadina sulla costa e lavora nel settore privato.
Ama leggere e sognare. Dice di lei: "fin da bambina inventavo storie, ho sempre avuto una fantasia sfrenata e quando una storia o un pensiero mi piace, non mi abbandona per giorni e giorni. Allora capisco che è il momento di prendere in mano carta e penna… o meglio accendere il PC e far prendere vita a quel pensiero attraverso un racconto. Nascono i miei personaggi, la storia si delinea e io so di aver intrapreso la strada giusta".
Inizia il  primo romanzo all’età di 14 anni, scritto su dei quaderni. Parla di alcuni ragazzi, un’estate, un bar e una vita davanti… Lo riprende dopo qualche anno e ancora qualche anno dopo e dopo ancora. Ora quel primo romanzo è diventato “Volo a planare” forse qualcosa di diverso rispetto a come lo aveva immaginato a 14 anni, ma con ancora dentro il senso dell’amicizia e il valore dell’amore che aveva già a quell’età. 

Like the Moon – La faccia nascosta della luna” è il suo secondo libro, un giallo che ha pubblicando a puntate sul blog "Verso il Nadir...". In questo libro, ambientato in una metropoli americana, combina generi quali giallo, thriller e spy-story.
La pubblicazione di Like the Moon è terminata i primi di febbraio e in via sperimentale Stella aveva realizzato un ebook che aveva messo in download gratuito. L'ebook era andato benissimo perchè in poco meno di due mesi sono stati superati i 2000 download. 
Nell'aprile del 2011 viene contattata da una nuova casa editrice di ebook Siska Editore. Un progetto intraprendente e innovativo che con uno sguardo al futuro accetta.
Di conseguenza toglie l’ebook in download e oscura i capitoli di Like the Moon dal blog, lasciando solo i primi 5 capitoli. Ora è in fase di editing.


Trama di "Like the Moon" 
“Una misteriosa busta, un vicolo oscuro in periferia, una ragazza che sa di essere in trappola. E poi qualcosa va’ storto, per colpevoli e innocenti.
Una partita che si riapre verso strade del tutto inattese.”



Duplice ipotesi” invece è un giallo classico. Scriverlo è stata una sfida per Stella e racconta: "come per ogni giallo classico che si rispetti, dovevo consentire al lettore di arrivare alla soluzione del mistero dandogli le stesse chance dell’investigatore, quindi fornire tutti gli indizi ma allo stesso tempo riuscire a mantenere intatto l’enigma". 
Il romanzo attualmente è in fase di correzione, manca davvero poco e poi sarà pronto per lanciare la “sfida” al lettore. 

Trama di "Duplice Ipotesi"
“Un inaspettato omicidio sconvolge la tranquillità di una villa sulla riva di un lago.
Sara è l’unica di cui si può fidare. Un movente per tutti gli altri e davanti a lui una duplice ipotesi.”

Stella ha scritto diversi racconti brevi e alcune favole. Al momento ne ha pubblicati sei sul blog e li ha raccolti in un eBook “Racconti – Vol .1” che si può scaricare gratuitamente dal blog in versione Epub e PDF.
Ha iniziato due nuovi libri. Uno è un poliziesco, mentre l’altro è un fantasy.



INTERVISTA

Chi è Stella Robi?
Domanda facile... risposta un po’ meno... passiamo a quella successiva?
A parte gli scherzi, sono nata e cresciuta a Roma, da qualche anno mi sono trasferita in una cittadina sulla costa con una meravigliosa finestra che spazia tra cielo e mare. Vivo con mio marito e le mie due splendide bambine. Lavoro e nel tempo libero leggo e scrivo.
Ho scelto di farmi conoscere tramite uno pseudonimo perché non credo che sia importante la storia dell’autore, ma la storia che scrive l’autore. D'altronde non leggo mai le biografie degli scrittori, degli attori o dei cantanti. Non mi interessa cosa fanno nelle loro vite private. Non sono loro ad affascinarmi, ma le loro storie, le loro interpretazioni e la loro musica. 

Il tuo libro è un giallo, perchè hai scelto questo genere?
Credo che dentro di me ci sia sempre stata un’anima gialla, a volte anche noir. Ho sempre amato i gialli e in seguito anche i thriller... arrivando perfino all’horror. Come scrittrice mi sono però fermata al primo... almeno al momento! Penso che una storia in cui ci sia una
componente di suspense abbia un fascino particolare, capace di dare una carica emotiva che, già da sola, può far volare alla fine del libro. Almeno a me capita così!

Ti sei ispirata a qualcuno o ad una storia in particolare?
No, anche se i tantissimi film e libri di spionaggio, d’azione o i thriller, avranno sicuramente acceso le luci della mia fantasia. Ma per il resto no, nessuna ispirazione particolare... neanche nessun sogno. In realtà forse mi lascio ispirare da tutto quello che ho intorno, in particolare per Like the Moon l’ispirazione è stata la casualità, e di come basti poco per far cambiare il corso degli eventi.

Quanto c'é di te nei tuoi personaggi?
Poco e anche tutto. Poco perchè non sono come nessuno di loro, nessuno mi somiglia veramente; ma allo stesso tempo in quello che scrivo c’è tantissimo di me. Il mio modo di essere e di vedere le cose, il senso delle cose: c’è un pezzettino di me in tutti loro, una parte di me in tutto ciò che scrivo.

Hai presentato il tuo libro a qualche editore? Se si, cosa ti hanno detto?
Sono come colui che vorrebbe vincere il superenalotto e poi gioca la schedina due volte l’anno. Allora, onestamente? Li ho inviati, prima che finissero chiusi per anni nel cassetto, credo, a un editore ciascuno (e per uno a uno intendo davvero un libro, un editore). Un anno fa ho ripreso in mano tutto e ho pubblicato sul blog, mi sono limitata a questo. A dicembre, presa dall’atmosfera natalizia, ho pensato che forse stavo sbagliando e ho mandato le prime 50 pagine del mio romanzo a un editore noto, ma mi sono fermata e non ne ho mandato ad altri, dicendomi “ma mi importa davvero di sbagliare?” (per la cronaca ad oggi nessuna risposta).
Poi, senza alcun preavviso, come capita spesso con le cose belle, un giorno sono stata
contattata da Siska Editore, che mi ha trovata lì, come se fossi alla fermata del treno, sul mio blog... e sono salita a bordo.

Quanto hanno inciso i Socialnetwork nella divulgazione dei tuoi scritti?
Non saprei dirlo con esattezza. Forse i Socialnetwork di per sè poco, quello che invece ha
influito è stato proprio internet, intendo il mezzo, ciò che permette internet. Con semplicità mi ha dato la possibilità di affacciarmi al mondo, di farmi leggere, di farmi trovare pronta alla fermata del treno.

La tua è una passione che rimarrá un hobby o potrebbe diventare un lavoro?
Rimarrà sempre un hobby, rimarrà una passione, il momento dedicato a me! Ho già un lavoro, anzi due visto che sono anche mamma... Il terzo lasciamolo assolutamente un hobby.

Qual'é il tuo sogno?
Ne ho tanti, uno è troppo poco per un’intera vita. Ma non posso sviare tutte le domande
personali, vero? Allora potrei dire che i miei tanti sogni racchiudono sempre la parola felicità.

Quanto tempo ti prende la stesura dei tuoi scritti?
Meno tempo di quanto vorrei, spesso lo faccio nei ritagli di tempo o rubando il tempo ad
altro, spesso al sonno. E poi purtroppo non sono proprio rapida quando scrivo, ma sopattutto correggo, correggo, correggo!

Segui un rituale fisso per ogni manoscritto o ti muovi spinta dalle emozioni del
momento?
No, nessun rituale. Assolutamente spinta dall’emozione, senza emozione non riesco a scrivere neanche la lista della spesa.

Quanta ricerca c'é dietro un libro e quanto lavoro di fantasia?
Per quanto riguarda ciò che ho scritto fin’ora, moltissima fantasia e pochissima ricerca. Credo però dipenda molto dall’argomento o dal contesto di cui si parla. Ma non mi dispiacerebbe sperimentare qualcosa che richiedesse un po’ di studio.

Che genere di libri leggi? Hai un autore che ti piace particolarmente?
Ricollegandomi a “perchè i gialli?” credo di aver letto tutti, o quasi, i libri di Agatha Christie, Sir Artur Conan Doyle, Ellery Queen per poi approdare a John Grisham, Dan Brown e Patricia Cornwell. In un periodo della mia vita ho amato tanto Stephen King, poi pur continuando a leggerlo, la passione è finita... ma capita così anche per i grandi amori, giusto? Insomma, come avrai capito non ho un autore che mi piace particolarmente o un genere che preferisco in assoluto. Mi piace leggere, mi piace cambiare, mi piace provare!
Fondamentalmente però mi piace leggere per svagarmi e perciò non amo i libri particolarmente impegnativi, i saggi, i mattoni (non di lunghezza, intendo pesanti!) e soprattutto le storie tristi! Magari saranno anche letture leggere... e forse anche io lo sarò, ma va bene, perchè per me dentro un libro ci deve essere una storia e questa storia mi deve catturare, mi deve appassionare, in una parola mi deve far sognare... e andrebbe bene anche un incubo.

- "Volo a planare", il romanzo che hai iniziato a scrivere a 14, cosí come lo hai
definito tu, é una tela di Penelope. Lo terminerai prima o poi?
Spero di sì... è in fase di revisione, lo sapevi? A parte gli scherzi, mi sono presa di coraggio e ora il romanzo è quasi finito. Sono molto contenta e anche emozionata perchè come molte cose che finiscono, segnano anche l’inizio di qualcos’altro. E nel caso di un manoscritto, può significare la nascita di un libro.
Tra tutto ciò che ho scritto è quello che amo di più e forse per questo è il più custodito. Un modo forse per tenerlo sempre con me, solo mio. 

Ho adorato il tuo racconto intitolato "il matrimonio", dovrebbero leggerlo
soprattutto gli uomini che solitamente si trovano dall'altra parte della barricata. É
uno schiaffo morale o una divertente satira?
Credo che le cose il più delle volte non siano come sembrano e che i luoghi comuni siano le peggiori trappole in cui una persona, anche onesta, possa cadere... Poi c’è anche chi si diverte, ma quello è un altro discorso. Nel caso del racconto “il matrimonio” è così, basta una sola parola e già il film nella testa delle persone è bello che completo. Spesso quando sento la gente parlare con tale sicurezza, la osservo e penso: ma tu che ne sai? Che ne puoi sapere veramente della vita degli altri, di cosa pensano, di cosa vogliono o del perchè?
E’ stato facile per me scrivere “il matrimonio”, pur non essendoci nei personaggi nulla di me, in quel racconto c’è tutta me stessa, il mio pensiero.

Quale consiglio ti senti di dare a chi vuole intraprendere la tua stessa strada?
Insomma, dipende tutto da quello che hai in mente di fare, quale è il tuo progetto, il tuo “piano segreto”. Sono una persona coerente, non scendo a compromessi e rimango sempre me stessa, come dice Ligabue “sempre nella mia camicia”. Il resto è una conseguenza di queste scelte.
Non è per me una priorità quella di essere pubblicata o di essere una scrittrice, da qui la scelta del blog, del download gratuito, del non inviare i miei racconti alle case editrici. Quello che mi piace davvero, va bene, uno dei miei sogni, è che la mia storia venga letta e diventi, per il tempo della lettura, vita.
Ora è arrivata Siska Editore che si coniuga bene con il modo di essere, con il mio piano
segreto.


Stella  ha iniziato due nuovi libri. Uno è un poliziesco, mentre l’altro è un fantasy. Io ho letto tutto il romanzo "Like the Moon" che voi potrete leggere non appena sarà pubblicato da Siska Editore e credetemi, vi piacerà. 
Per adesso non posso che dire: in bocca al lupo Stella, spero tu possa brillare nel firmamento degli scrittori così come meriti.
Sonia


Di seguito potrete leggere il primo capitolo di Like the Moon.











 
Potete contattare Stella Robi tramite:
Facebook: Stella Robi
Twitter:  Stella Robi
E-mail: stellarobi@tiscali.it